1. FONDAZIONI 2. PARETI ESTERNE 3. PARETI INTERNE 4. COPERTURA 5.SERRAMENTI 6. FINITURE 7. IMPIANTI

FONDAZIONI

Le fondazioni del T-Living sono di tipo superficiale: sono costituite da un graticcio di travi in acciaio HE120A inglobate dentro un getto di calcestruzzo di spessore pari a 20cm.

Per un migliore e agevole montaggio a squadro delle armature sono previste delle diagonali di posizionamento ricavate da profili tipo L40x40x4mm: le giunzioni alle ali delle HE120A sono effettuate con bulloni.

Sugli elementi HE120A sono saldati gli attacchi per la sovrastruttura, realizzati con monconi di scatolare a sezione quadrata da 110x110mm, sp=5mm, e altezza pari a 400mm.

PARETI ESTERNE

Design Parete Esterna

L’abitazione ha delle pareti prefabbricate con struttura in acciaio, queste vengono assemblate in stabilimento e poi trasportate in cantiere dove vengono montate sulla platea di fondazione e collegate tramite le “spine”. Ogni singola parete appena inserita sulle spine è già autoportante quindi il montaggio non necessita di strutture provvisionali.

La stratigrafia delle pareti è così composta (dall’esterno):

Tipo
Materiale
Spessore mm
Pannello x EsternoLegno/Fibrocemento/alluminio'20-12-0,5
Lamiera grecataAcciaioPiega 3cm s=1
Pannello isolanteLana di roccia120
Pannello isolante rigidoFibra di legno e cemento50
Pannello di finitura internoFibrocemento/Resina '5-8

Spessore totale è 210-230mm tot, la sua trasmittanza termica è di 0,214 W/mqK e soddisfa la trasmittanza periodica e lo sfasamento che compensano la carenza di massa.

PARETI INTERNE

Le pareti interne sono principalmente di 2 tipi, una la parete longitudinale del modulo interno e tutte le altre che sono divisori interni più o meno spesse solo per il passagio degli impianti.

La prima è :

Tipo
Materiale
Spessore mm
Lamiera grecataAcciaioPiega 3cm s=1
Pannello isolanteLana di roccia40
Pannello di finitura internoFibrocemento/Resina'5-8

Il rivestimento esterno in lamiera serve a conferire al modulo centrale rigidezza e una parte di controvento strutturale, inoltre serve a proteggere il modulo centrale in fase di trasporto e in ultimo la greca è studiata in modo che possa servire da aggancio per eventuali scaffalature.

La lana di roccia ha l’utilità di garantire un isolamento acustico tra gli ambienti (non necessario a norma di legge, ma necessario per la normale vivibilità degli ambienti), mentre il pannello interno fa da finitura e sarà differente tra i bagni e il corridoio.

Le altre pareti interne sono tutte realizzate con un doppio pannello ai lati in resina o in alluminio e resina, sempre a seconda dell’ambiente in cui si trova, e un pannello di lana di roccia interno da 30-40mm sempre per isolamento acustico interno.

COPERTURA

Design Copertura

Il solaio di copertura che ha sempre la struttura in acciaio ha la seguente stratigrafia (dall’alto al basso):

Tipo
Materiale
Spessore mm
Pannello x esternoSandwich alluminio, poliuretano'30
Formazione pendenzaTravetti in legnoL=50 h=variabile
Lamiera grecataAcciaioPiega 3cm s=1
Pannello isolanteLana di roccia120
Pannello isolante rigidoFibra di legno e cemento colorato50

Il pannello sandwich in copertura garantisce la perfetta tenuta all’acqua minimizzando al massimo anche tutte le operazioni di manutenzione e garantendo il perfetto funzionamento per tutta la durata dell’edificio, i diversi strati d’isolamento permettono alla copertura di raggiungere il valore di trasmittanza di 0,128W/mqK, senza ponti termici. Inoltre viene garantito uno sfasamento termico di oltre 20h che permette un perfetto comfort anche in estate.

SERRAMENTI

I serramenti esterni sono realizzati in PVC con anima in alluminio. La sezione del telaio finito è 77x70mm a taglio termico.

Devono essere previste guarnizioni/barriere del tipo anticondensa atte a garantire la perfetta connessione fra il telaio del serramento, il falso telaio ed il pacchetto cieco di facciata perimetrale al serramento stesso, in modo tale da assicurare la perfetta tenuta all’aria, all’acqua ed acustica del sistema.

Per il vetro si prevede un vetro camera stratificato basso emissivo (33.1/16/33.1 Be Argon), nel complesso tutti gli infissi avranno un valore Uw inferiore a 1,20W/mqK e il corretto abbattimento acustico in base alla zona nella quale verranno istallati.

FINITURE INTERNE

I pavimenti interni sono di due tipologie: pavimento in laminato per camere e zona giorno e pavimento in PVC per i bagni. Entrambi di ottima qualità e con garanzia di 25anni, sono montati senza uso di collanti chimici, ma galleggianti sopra un materassino apposito.I pannelli da pavimento sono quadrotti 30x60cm o 60x60cm per facilitare la posa e la stabilità del pavimento stesso.

Le porte delle camere e dei bagni sono in tamburato con finitura liscia in laminato, sono tutte a battente tranne la porta del locale tecnico che è uno scorrevole a quattro ante con doppio binario per rendere le quattro ante indipendenti. Le ante sono in laminato senza traverse.

Controsoffitto a quadrotti 60×60 in MDF con finitura in legno da installare solo nel modulo centrale. La struttura portante non è una classica struttura appesa al soffitto, ma è fissata solo perimetralmente e poi è autoportante e portante. I profili quindi saranno più consistenti e necessiteranno una travatura principale e una secondaria.

Pareti interne sono in pannelli in materiali compositi che possono essere combinati a seconda del gusto, tutti hanno caratteristiche adeguate a seconda del locale dove sono istallati, nelle camere e zona giorno alta resistenza meccanica per urti e per appendere mensole e quadri, nei bagni e in cucina lavabilità e resistenza agli agenti chimici. Tutti i pannelli non necessitano di particolare manutenzione.

IMPIANTI

DAIKIN

Il presente impianto è formato da una pompa di calore interna con un’unità esterna di scambio. La pompa di calore esterna scambia calore con l’ambiente esterno e il liquido di circolazione, mentre quella interna utilizza il liquido di circolazione per produrre aria calda o fredda che immette nei vari ambienti.

Tutto l’impianto è montato all’interno del modulo centrale e quindi in stabilimento, l’unità interna è posizionata sopra il controsoffitto del bagno secondario, mentre l’unità esterna sarà posizionata all’esterno sul muro perimetrale del modulo in diretta comunicazione con il locale tecnico. Nel momento del montaggio del modulo centrale e una volta finita l’unità abitativa sarà necessario controllare la pressione del fluido e fare la prima accensione.

Il generatore è una pompa di calore che produce aria calda o fredda. L’elemento interno è canalizzabile e cioè il flusso d’aria climatizzata viene frazionata e distribuita a mezzo di tubature in alluminio flessibile nei vari ambienti.

1. FONDAZIONI 2. PARETI ESTERNE 3. PARETI INTERNE 4. COPERTURA 5.SERRAMENTI 6. FINITURE 7. IMPIANTI